in:

Buone notizie per gli enti locali: risparmiare energia nell’illuminazione pubblica è possibile, grazie a investimenti mirati e punti luce di ultima generazione. Una rivoluzione “green” a cui ha contribuito anche Hera Luce che, questa mattina, ha organizzato un convegno sul tema

Risparmiare energia nell’illuminazione pubblica è possibile, grazie all’installazione di nuovi punti luce intelligenti a risparmio energetico al posto degli impianti tradizionali. Una soluzione che potrebbe portare i Comuni, che applicano le linee guida dettate dai cosiddetti Criteri Ambientali Minimi per una razionalizzazione dei consumi, a diminuire l’impiego di energia del 35%. Di tutto questo si è parlato questa mattina nel convegno “Illuminiamo il futuro della tua città” organizzato da Hera Luce nella sede bolognese della multiutility.

 

All’incontro hanno partecipato ingegneri, tecnici specializzati e rappresentanti dell’Unione Astrofili Italiana che ha appena firmato un protocollo con Hera Luce per diminuire l’inquinamento luminoso. Bologna non è stata scelta a caso: l’Emilia Romagna infatti, oltre ad avere una legislazione d’avanguardia in materia di risparmio energetico, è stata tra le prime ad adottare un sistema di valutazione energetica di apparecchi e impianti anche per l’illuminazione pubblica, così come disposto dall’Unione Europea e dai Criteri Ambientali Minimi.


Riproduzione riservata © 2018 TRC